Ogni prima domenica del mese vieni allla Fiera di Osteria Nuova, un evento che richiama circa 20.000 visitatori, dove potrai trovare un pò di tutto: dal bestiame ai macchinari agricoli, dagli utensili da lavoro all'abbagliamento, dai tessuti ai prodotti gastronomici...

 

Nel portale puoi trovare tutte le informazioni, gli eventi, le news, le curiosità, le immagini sull'area di Osteria Nuova e la fiera che si tiene ogni prima domenica di ogni mese. Inoltre, iscrivendoti alla newsletter puoi rimanere sempre aggiornato...

 

Vieni in Sabina ad assaporare la tradizionale cucina, semplice e genuina, i vini locali, l'olio extravergine d'oliva Sabina DOP e molto altro ancora...

 

Ogni prima domenica del mese vieni allla Fiera di Osteria Nuova, un evento che richiama circa 20.000 visitatori, dove potrai trovare un pò di tutto: dal bestiame ai macchinari agricoli, dagli utensili da lavoro all'abbagliamento, dai tessuti ai prodotti gastronomici...

 

Nel portale puoi trovare tutte le informazioni, gli eventi, le news, le curiosità, le immagini sull'area di Osteria Nuova e la fiera che si tiene ogni prima domenica di ogni mese. Inoltre, iscrivendoti alla newsletter puoi rimanere sempre aggiornato...

Intervista con gli Omnia Project: nuove prospettive musicali PDF Stampa E-mail

blossom

15 maggio 2015. Siamo sempre alla ricerca di artisti e band valide del nostro territorio da promovere e far conoscere il più possibile. Questa volta presentiamo gli Omnia Project un progetto musicale indipendente nato agli inizi 2014 tra Roma e la Sabina.

Abbiamo incontrato Alessandro, fondatore e cantante della band e abbiamo fatto una piacevole chiacchierata sulle loro prospettive e sulla musica in generale.

 

Devo ammettere che il vostro nome mi ha incuriosito molto, come nasce Omnia Project?

Omnia Project nasce per un'emergenza comunicativa. Nel mondo c’è una grande necessità di comprensione della realtà ed è fondamentale togliere il velo delle illusioni che è davanti ai nostri occhi, per iniziare il cammino verso il sentiero della vera conoscenza.

 

Come è composto il gruppo?

Sostanzialmente siamo tre elementi stabili. Questi sono i componenti cha hanno partecipato alla realizzazione delle canzoni (“Vibrazioni” e “Maledette Nuvole”): il sottoscritto alla voce, Giovanna alle voce femminile e Guido alle chitarre, basso e programmazione. Io ho scritto testi e musiche, Guido ha ricoperto anche il ruolo di arrangiatore e produttore artistico. In “Vibrazioni” c’è la partecipazione di Sderiza86 al Synth e programmazione.

 

Quali sono le vostre attuali attività e quali sono i progetti per il futuro?

Quando ho tempo e riesco a scrivere una nuova canzone, entriamo in studio, la registriamo e cerchiamo di diffonderla sul web. Ad oggi abbiamo realizzato due canzoni: “Vibrazioni” e “Maledette Nuvole”. Forse quando arriveremo ad un numero maggiore le raggrupperemo in un album o in un EP, per adesso è così e continuiamo su questa strada.

Per l’immediato futuro, invece, c’è un progetto molto importante in cantiere; stiamo girando il videoclip ufficiale di “Maledette Nuvole” che uscirà a luglio 2015. Abbiamo affidato la realizzazione del videoclip all’eclettico regista Valerio Lo Mauro. Tra i protagonisti del video spicca la presenza dell’attore Dave Campennì.

Per un futuro meno immediato, invece, stiamo pensando all’idea di creare una band stabile e fare anche delle esibizioni live. Il top sarebbe arrivare alla realizzazione di un full-lenght.

 

Quali sono gli artisti che di più influenzano le vostre canzoni?

Per quanto mi riguarda, penso che una canzone sia l’insieme di molte cose: al testo e alla musica iniziali partoriti dall’autore, si aggiungono gli arrangiamenti e la produzione che a volte possono stravolgere completamente l’idea originale. Penso che queste canzoni siano innanzitutto la rappresentazione delle mie sensazioni ed esperienze, mescolate con quelle degli altri componenti di Omnia Project.

 

Quali sono i vostri ascolti più frequenti?

Come ho già detto, la musica è un potente mezzo di diffusione e viene anche utilizzata per alimentare il velo delle illusioni e la falsa realtà in cui gli uomini sono costretti a vivere. Viviamo un’illusione che ruba energia alle persone e le disconnette costantemente dalla fonte.

Dobbiamo liberarci dei parassiti e riconnetterci con il nostro Sé Superiore. E’ questo che dobbiamo capire e la musica può aiutare gli uomini a liberarsi da questa manipolazione per incamminarsi finalmente sulla strada della vera evoluzione.

Sto molto attento, quindi, nella scelta della musica per i miei ascolti; non mi soffermo soltanto sulla bellezza di una melodia, sulla genialità di un arrangiamento o sulle capacità tecniche e canore di un musicista, ma sto molto attento nel ricercare autenticità e armonia, sincerità e profondità, diffidando dei falsi idoli. Attualmente ascolto molti gruppi e artisti underground, perché penso che siano gli unici artisti ancora autentici, in grado di esprimere i loro veri sentimenti e la loro vera essenza.

Ci sono alcuni di essi che hanno una sensibilità e una profondità fuori dal comune. I miei preferiti sono Carmine Torchia e Fabio Michelacci.

 

Le due canzoni sembrano molto diverse tra loro. A quale genere musicale si avvicina di più secondo te la musica degli Omnia Project?

Non mi piacciono le classificazioni forzate, ovviamente aldilà di quelle oggettive. Qualsiasi realtà è unica e al contempo piena di sfaccettature, non si può ridurre ad un unico fattore. Le classificazioni di questo tipo sono state inventate per standardizzare i pensieri della gente e catalogarli in base ai loro gusti e alle loro tendenze per poi offrire soluzioni.

Tale aspetto si riflette in tutti gli ambiti della vita: ogni persona ha un’idea politica, ha i suoi programmi preferiti, i suoi idoli musicali, tifa una squadra di calcio piuttosto che un’altra, ecc.. Viene creato un bisogno o un problema e viene creata anche la soluzione. Per questo non amo etichettare la mia musica; mi sembrerebbe molto riduttivo.

 

“Vibrazioni” sembra più introspettiva e personale, “Maledette Nuvole” invece, più diretta ed esplicita. Puoi spiegarci bene?

Secondo me, un’opera d’arte si può definire tale soltanto se ha delle capacità comunicative in grado di essere recepite con il cuore. Il messaggio trasmesso attraverso un’opera d’arte arriva al cuore di chi è in grado di riceverlo, poiché sintonizzato sulla sua stessa lunghezza d’onda, ma può anche armonizzare su quella frequenza, coloro che, su quella frequenza non si trovano.

Ecco, questo penso sia l’arte (e quindi anche la musica) ed è per questo che un’opera non ha assolutamente bisogno di essere spiegata dall’autore. Ovviamente il discorso può essere anche l’inverso. Se la qualità dell’opera è negativa, può sintonizzare le persone che ne usufruiscono su quella frequenza negativa e così alimentare il sistema che ruba energia e tiene narcotizzati gli uomini in una grande ipnosi di massa. Per questo dico di stare attenti ai falsi idoli!

 

Che valore date all’autoproduzione e all’autopromozione?

Semplicemente è il concetto fondamentale su cui si basa tutto il nostro lavoro. Non avendo una label, è tutto incentrato sulle nostre forze. Non abbiamo budget che ci permettono di fare grandi cose e tutto quello che facciamo è il frutto della nostra passione e del nostro impegno.


Ascolta le canzoni degli Omnia Project: soundcloud.com/omniaproject

 

Calendario eventi

<<  Giu 2017  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

PARTECIPA ALLA FIERA

Per partecipare alla Fiera di Osteria Nuova bisogna rivolgersi al Comune di Frasso Sabino. Clicca qui

Fiera di Osteria Nuova

Olio Sabina DOP

Infiorata di Poggio Moiano

Paesi Sabini

Studio Luv

Il Portale del Risveglio

Viteria Bulloneria Online




Powered by Advsystem.net