Ogni prima domenica del mese vieni allla Fiera di Osteria Nuova, un evento che richiama circa 20.000 visitatori, dove potrai trovare un pò di tutto: dal bestiame ai macchinari agricoli, dagli utensili da lavoro all'abbagliamento, dai tessuti ai prodotti gastronomici...

 

Nel portale puoi trovare tutte le informazioni, gli eventi, le news, le curiosità, le immagini sull'area di Osteria Nuova e la fiera che si tiene ogni prima domenica di ogni mese. Inoltre, iscrivendoti alla newsletter puoi rimanere sempre aggiornato...

 

Vieni in Sabina ad assaporare la tradizionale cucina, semplice e genuina, i vini locali, l'olio extravergine d'oliva Sabina DOP e molto altro ancora...

 

Ogni prima domenica del mese vieni allla Fiera di Osteria Nuova, un evento che richiama circa 20.000 visitatori, dove potrai trovare un pò di tutto: dal bestiame ai macchinari agricoli, dagli utensili da lavoro all'abbagliamento, dai tessuti ai prodotti gastronomici...

 

Nel portale puoi trovare tutte le informazioni, gli eventi, le news, le curiosità, le immagini sull'area di Osteria Nuova e la fiera che si tiene ogni prima domenica di ogni mese. Inoltre, iscrivendoti alla newsletter puoi rimanere sempre aggiornato...

Ad un certo momento si è fatto notte… PDF Stampa E-mail

“Ad un certo momento si è fatto notte e arrivò un silenzio… un silenzio brutto”. Queste sono le parole di Mario Scardocci, sopravvissuto al bombardamento alleato che la mattina del 6 giugno 1944 distrusse il Palazzo del Principe di Poggio Moiano. Durante l’occupazione nazista, a Poggio Moiano era d’istanza una base tedesca con funzioni logistiche: c’era un’officina meccanica, che aveva la funzione di riparare i mezzi per il fronte di Cassino, e c’era anche un’infermeria. I tedeschi avevano piazzato la contraerea sullo “spassiggiu”, una sorta di balcone che collegava le due ali del Palazzo del Principe, proprio sopra la porta principale.

Lanfranco Melilli, allora diciassettenne, ricorda che quella mattina del 6 giugno, verso le 7:30, alcuni aerei Alleati sorvolavano i cieli sopra il paese, erano di passaggio, non erano intenzionati a bombardare Poggio Moiano, ma i tedeschi  spararono dalla contraerea. A questo punto alcuni aerei virarono, tornarono indietro e uno di essi sganciò un grappolo composto da tre bombe che centrarono il palazzo. Mario Scardocci ricorda molto bene quella mattina.

Stava scendendo le scale mentre la madre gli stava preparando la colazione al piano di sopra. In un attimo si fece buio e non vide più nulla. Ebbe il terrore di essere rimasto solo. Chiamò incessantemente sua madre che dopo un po’ rispose e si ritrovarono attraverso il suono delle voci. Dopo qualche minuto la polvere cominciò a diradarsi e uscirono dal palazzo ormai distrutto; avevano soltanto qualche graffio ma erano entrambi vivi.

Il Palazzo del Principe bombardato dagli alleati nel '44

Morirono quattro persone: Rosa Villani di anni 59, Rosa Principessa di anni 38, Maria Principessa di anni 56 e  Caterina D’Agostini di anni 20. Le prime tre erano native di Poggio Moiano, vivevano proprio nel Palazzo del Principe, mentre l’ultima viveva a Montorio Romano. Bisogna dire che a Poggio Moiano la presenza di questa base comportava delle situazioni di pericolo, c’erano stati infatti già dei mitragliamenti aerei da parte degli Alleati, che avevano causato la morte di alcuni soldati tedeschi e il ferimento di due bambine; per questo motivo la maggior parte degli abitanti del paese erano sfollati nelle campagne.

Mario, ricorda ancora, che sua zia, Rosa Principessa, ricoperta completamente dalle macerie, ma ancora in vita, fu portata nell’infermeria situata nell’attuale Casa del Fanciullo, ma morì poco dopo. Un altro testimone, Nicola Ioannilli, racconta di aver visto il corpo di Rosa Villani tra le macerie due o tre giorni dopo l’accaduto, perché la gente aveva paura di andarla a prendere per seppellirla, terrorizzata dall’idea di una nuova tragedia.

Questo bombardamento, dunque, causò la morte di quattro persone, quattro vite spezzate, a cui Poggio Moiano non ha saputo dare il giusto riconoscimento, dimenticate sotto quel cumulo di macerie da una popolazione spinta dalla voglia di ricominciare e dalla necessità di dimenticare gli orrori della guerra. Per questo motivo ricordiamo ancora i loro nomi: Rosa Villani, Rosa Principessa, Maria Principessa e Caterina D’Agostini. Per Poggio Moiano “ad un certo momento si è fatto notte e arrivò un silenzio… un silenzio brutto”.

Comunità dei Giovani di Poggio Moiano (Aprile 2010)

 

Calendario eventi

<<  Set 2017  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

PARTECIPA ALLA FIERA

Per partecipare alla Fiera di Osteria Nuova bisogna rivolgersi al Comune di Frasso Sabino. Clicca qui

Fiera di Osteria Nuova

Olio Sabina DOP

Infiorata di Poggio Moiano

Paesi Sabini

Studio Luv

Il Portale del Risveglio

Viteria Bulloneria Online




Powered by Advsystem.net